Consigli Convivenza

Coinquilini che non vorresti mai avere

6 Settembre 2018

author:

Coinquilini che non vorresti mai avere

 

Settembre è il momento della lotteria. Stai cercando casa e preghi Dio di trovarla. Non sai esattamente con chi ti capiterà di abitare.

Seppur molte persone non facciano molto caso a con chi abitano e cerchino semplicemente un posto dove stare, i coinquilini con cui si vive sono molto importanti. Anzi, fondamentali.

Puoi vivere in una singola di un attico in pieno centro a 200 euro al mese ma se hai dei coinquilini di merda che odi profondamente non hai quella gran voglia di tornare a casa. Al contrario, se hai una casa di vecchia e brutta ma hai dei coinquilini con cui ti trovi molto bene la situazione cambia radicalmente. Ecco quindi una lista di coinquilini che non vorresti avere a casa.

fornello coperto con lo scottex

I coinquilini che non vorresti mai avere: la lista completa

Siamo degli animali sociali: abbiamo bisogno di gente che condivide i nostri stessi valori e che pulisce i fottuti piatti senza fargli venire prima la muffa.

Assicurati di conoscere bene i tuoi coinquilini: scambiaci quattro chiacchiere e vedi se ci vai d’accordo (qua spieghiamo i metodi migliori per trovare casa).

Se invece sei uno di quelli che “fanculo, io voglio il trauma” o come diceva Nietzsche “quel che non mi uccide mi fortifica” e vuoi passare i tuoi giorni come in un campo militare per vedere di che pasta sei fatto.

Allora ti consiglio dei coinquilini adatti a te.

Il puzzone

libro jack il puzzone

Capisci che è uscito dalla sua camera perché cominci a sentire un odore impestante e i cani iniziano ad abbaiare, i piccioni scappano dal cornicione e lui esce dalla stanza.

Più che coinquilino è un’entità, uno spirito che si aggira nella sua nube di odore nauseabondo.

Una volta la leggenda narra che uno dei coinquilini della casa avesse provato ad entrare.  Ad ora, però non è stato ancora visto.

Questo tipo di coinquilino non sa cosa sia la pulizia. Sulla sua scrivania colleziona piatti usati espressamente di plastica con tutti i cibi che ha mangiato negli ultimi anni. Per terra ci sono bottiglie di birra che senti spostarsi quando cammina e  lui non si lava dai tempi della congiura di Hardrad contro Carlo Magno. Forse quell’evento l’avrà traumatizzato.

Questo tipo di coinquilino non è per tutti: devi avere un naso veramente insensibile e una tolleranza al puzzo ai livelli degli escavatoristi nelle discariche. Sappi che se decidi di stare con questo tipo di coinquilino non ti aiuteranno neanche le maschere dei lanzichenecchi. Questo coinquilino è solo per Voldemort e per i coinquilini più forti e coraggiosi.

L’asociale

eremita che legge

Sai che esiste perché sai che qualcuno paga l’affitto e qualche volta senti la porta della stanza accanto alla tua che sbatte. È lui il coinquilino asociale.

All’ inizio pensi “mah alla fine non è tanto male” però dopo un po’ di tempo comincia a starti sulle scatole.

Parli più con il vicino di casa che ti rompe le scatole per il letto che cigola che con lui che vive nella tua stessa casa.

La vera maledizione è avere con lui come unico coinquilino. Finiresti come Tom Hanks a berti una birra sul balconcino con Wilson, la palla con la faccia e a discutere con lui su quali cotolette della Lidl sono le migliori. Non un buon segno ovviamente.

Lo scroccone spilorcio

Scrooge del "Fantasma del natale passato"

Un altro tipo di coinquilino è quello spilorcio che vive a scrocco. Ti ciula il cibo, il detersivo per i vestiti e tutto il resto su cui può mettere le mani. Applica la regola del “tu casa es mi casa”. L’inverso ovviamente non vale. Se provi a toccare una delle sue cose oppure gli usi qualcosa. Magari ti è finito il latte e usi un po’ del suo. Stai pur certo che se ne accorgerà. Qualsiasi cosa è misurata fino al grammo e se qualcosa manca, troverà un modo per farti notare la tua scorrettezza.

Le bollette sono sempre un problema così come lo sono le cose in comune. Ti farà sempre notare che le stai usando troppo e si lamenta di come lui non usi così tanto le cose che acquistate insieme.

Tutto questo non vale ovviamente per la cosa che utilizza lui di più o le cose che prende in prestito. Tuttavia se glielo fai notare le risposte che ti senti sono “vabbè te l’ho preso un attimo, mica te lo consumo” oppure “oddio quanto avrò preso, varrà al massimo 10 centesimi. Se vuoi te li restituisco”

Il perfettino

Perfettino che taglia il prato con le forbici

Viverci in camera è un inferno. Tutto deve essere perfetto. È un ossessivo compulsivo che usa il righello per mettere in ordine i suoi libri sulla scrivania. È la tipica persona che incontri in sala studio e lo vedi che sottolinea il libro con evidenziatore e righello perché ogni linea ogni cosa che fa deve essere perfettamente allineata.

Tutta questa pressione, nel momento in cui decidi di viverci insieme, cade anche su di te. Questo tipo di coinquilino non avrà nessun problema a farti notare che c’è un scaglia epiteliale sulla scrivania. E se l’ordine non raggiunge i suoi standard di perfezione allora per lui regna il caos e ti romperà i maroni finchè o passi 3 ore per raggiungere lo standard di pulizia richiesto oppure ti lanci dalla finestra per la disperazione. E anche lì scenderà giù in cortile e ti romperà la minchia perché hai schiacciato il prato.

Il gamer

Il gamer è quel tipo di coinquilino molto simile all’asociale solo che più fastidioso… soprattutto se ce l’hai in camera.

gamer cinese davanti al comuputer

La sua vita coincide con la vita virtuale del gioco. Nel mondo virtuale è un imperatore, nel mondo reale non sa neanche riscaldare i sofficcini.

Questo tipo di coinquilino ha la sua postazione da gaming che sarebbe la vostra scrivania è l’ha attrezzata con il suo pc fisso che fa da termosifone durante le estati più calde, monitor che ti fa da faro che la notte quando vorresti dormire ti illumina la camera come se fosse Las Vegas. E il ticchettio dei tasti lo senti 24/24 al punto da sognartelo pure nella fortunata ipotesi tu riesca ad addormentarti.

Sembra che per questo coinquilino giocare di notte sia un must, infatti si deve connettere con i suoi amici gamer che ricoprono tutti i fuso orari del globo. Stai pur certo che dormire sarà una favola con lui.

Questo tipo di coinquilino è tutt’ora in fase di studio da parte di scienziati in quanto non è mai stato avvistato mentre dorme.


Se ti è piaciuto l’articolo e ti piacerebbe leggere altri articoli come questo ci daresti una grande mano mettendo mi piace alla nostra pagina Roommate su Facebook  e/o condividendo l’articolo. Abbiamo anche una pagina Instagram con altri contenuti interessanti.

Noi di Roommate siamo tutti studenti fuorisede e abbiamo avuto le nostre esperienze, sia belle che brutte, con i coinquilini. Crediamo che andare a vivere lontano dal nido familiare sia un’esperienza fondamentale e vogliamo aiutarti a godertela al massimo.

Siamo un’applicazione che ti semplifica la vita con i tuoi coinquilini. Vi aiutiamo a dividere le spese, vi ricordiamo quando pagare le bollette e vi aiutiamo ad organizzarvi con le faccende di casa.

Puoi scaricarci a questo link